fbpx
Al via la Cronoscalata Santo Stefano – Gambarie. Pagani (Aci): «Per noi è importante la valorizzazione del territorio»
La 41ª edizione della Cronoscalata Santo Stefano di Gambarie (RC), uno degli appuntamenti fissi per gli amanti della velocità montagna che giungeranno non solo dalla Calabria ma anche dalle regioni limitrofe
Cronoscalata, Santo Stefano, Gambarie, Reggio Calabria, ACI
850
post-template-default,single,single-post,postid-850,single-format-standard,river-core-1.0.4,river-theme-ver-2.1,ajax_updown_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Blog

Cronoscalata S. Stefano Gambarie

Al via la Cronoscalata Santo Stefano – Gambarie. Pagani (Aci): «Per noi è importante la valorizzazione del territorio»

L’attesa sta per finire. Questo weekend semafori verdi per la 41ª edizione della Cronoscalata Santo Stefano di Gambarie (RC), uno degli appuntamenti fissi per gli amanti della velocità montagna che giungeranno non solo dalla Calabria ma anche dalle regioni limitrofe, presentato lo scorso sabato presso la sala Consiliare dell’Automobile Club di Reggio Calabria. Per l’occasione è stato anche svelato il nuovo logo realizzato dall’agenzia web&media Publidema.
La gara, in programma per sabato 29 giugno – con le prove ufficiali su due manche – e domenica 30 – la gara vera e propria -, è inserita nel calendario delle salite non titolate ed è naturalmente organizzata dall’Automobile Club di Reggio Calabria, in collaborazione con ACI Sport e i diversi enti locali coinvolti (ANAS, Città Metropolitana di Reggio Calabria, Regione Calabria – assessorato allo Sport, Parco Nazionale dell’Aspromonte e il Comune di Santo Stefano).
Considerata da sempre una salita probante e impegnativa, fra le più belle, prestigiose e storiche del panorama agonistico nazionale, in grado di dare filo da torcere anche al più esperto dei piloti, la Santo Stefano – Gambarie negli anni passati ha più volte potuto vantare record nazionali ed europei di partecipazioni, con una rosa di piloti alla partenza di eccezionale caratura. Fra essi sono infatti attesi, fra gli altri, Domenico Scola jr, Francesco Ferragina, qui vincitore nel 2016 e nel 2018, e Gaetano Piria.
E quest’anno come finirà? L’attesa di conoscere chi otterrà il miglior crono è già alta.
L’edizione di quest’anno sarà quindi da ricordare. «Il tracciato – dichiara Sandra Pagani, direttrice dell’Automobile Club di Reggio Calabria – è stato completamente rifatto per tutelare maggiormente piloti e spettatori. Nulla è stato lasciato al caso: manto stradale, cunette, guard rail, sui 7 km di percorso fra il comune di Santo Stefano d’Aspromonte e la sua frazione turistica di Gambarie».
Ma il week end aspromontano non si esaurisce con la gara. «Abbiamo pensato ad una serie di eventi collaterali per valorizzare il territorio – prosegue Pagani -. Per esempio sabato 29 e domenica 30 su un minicircuito appositamente ricreato in piazza Mangeruca a Gambarie la sfida delle macchine radiocomandate da fuori strada in scala 1:8 ufficializzerà l’entrata del modellismo nella Federazione ACI Sport. I migliori classificati saranno premiati sul palco della Gara. Chi vorrà poi provare l’emozione della gara in totale sicurezza potrà cimentarsi in una gara virtuale a bordo di due simulatori di guida che riproducono fedelmente il percorso della Cronoscalata. I tre migliori classificati saranno premiati con un trofeo sul palco della Gara. Inoltre sabato pomeriggio (alle ore 17,30) è in programma la tappa del concorso ”Ragazza Cinema Ok” in cui le partecipanti si contenderanno il pass per la finale nazionale in programma a Cinecittà a settembre. L’evento è dedicato alla solidarietà e al femminicidio ed è per questo che è previsto anche un flash mob delle partecipanti per dire STOP alla violenza sulle donne». Tutto questo nel segno della valorizzazione del territorio reggino e del turismo locale. «Per noi il rapporto con il territorio è molto importante – prosegue Pagani -, infatti riteniamo che possa essere molto valorizzato dalla gara, unica in Italia a svolgersi all’interno di un Parco naturalistico nazionale. In quest’ottica gli eventi collaterali danno proprio la possibilità anche ai non appassionati di venire, passare due giorni con la famiglia e divertirsi nella natura, in un territorio generalmente conosciuto soprattutto nel periodo invernale, per un turismo sportivo che permette la destagionalizzazione». Del resto «la mission di Aci è proprio quella di unire l’attività sportiva con la valorizzazione del territorio». «Prospettive future? Intanto abbiamo richiesto il titolo per la gara quindi per i prossimi anni speriamo che possa rientrare nel calendario delle salite titolate del campionato nazionale di Aci Sport. Per il resto – conclude – ci auguriamo che ci sia sempre un’ottima risposta del territorio anche da un punto di vista della partecipazione economica e della sponsorizzazione, per una sempre più completa sinergia».
Appuntamento quindi a Santo Stefano in Aspromonte (Rc) per un ricco e appassionante week end. Domenica 30 giugno la gara scatterà alle ore 10.00, dalla “falegnameria” di Santo Stefano con arrivo a Gambarie.

No Comment

0
No Comments

Post a Comment